martedì 24 luglio 2012

E' ovvio, ma mi piace

Qualcuno dirà che sono i soliti americani che scoprono l'acqua calda.

A me tuttavia fa un gran piacere che qualcuno si dia la briga di raccogliere dati e dimostrare con il conforto della matematica ciò che il buonsenso suggerisce.

Perché capita, prima o poi, di aver a che fare con qualcuno che il buonsenso non ce l'ha: ed allora qualche numerino in più può far comodo.

Elise with her teacher Ms. Botheras by 4Cheungs
photo by 4Cheungs on Flickr.
Relationships Improve Student Success, ScienceDaily  — Quando gli studenti hanno scarsi risultati, gli addetti al settore scuola spesso prendono in esame la dimensione del gruppo classe, i programmi di studio e i fondi a disposizione, ma alcuni ricercatori dell'Università del Missouri suggeriscono che costruire relazioni può essere un modo potente e meno costoso di migliorare i livelli del successo scolastico degli studenti. In una review della loro ricerca, essi mostrano che gli studenti dotati di una relazione positiva di attaccamento ai propri insegnanti e alla propria scuola hanno voti migliori e punteggi migliori nei test standardizzati.
"In un'epoca come la nostra in cui è importante l'affidabilità [nelle politiche scolastiche], migliorare la relazione studenti - insegnanti non è una semplice aggiunta, ma piuttosto è qualcosa di fondamentale per migliorare i risultati", ha dichiarato Christi Bergin, professore associato nel MU College of Education. "Solide relazioni fra studenti e insegnanti sono predittive di migliori conoscenze, voti migliori, maggiore motivazione allo studio, meno provvedimenti disciplinari, minore necessità a interventi di sostegno. I bambini con relazioni conflittuali con gli insegnanti tendono a gradire meno la scuola, sono meno autonomi e meno cooperativi in classe. (...) I bambini che hanno un  attaccamento sano [con gli insegnanti] 
sono maggiormente in grado di controllare le proprie emozioni, hanno migliori competenze di socializzazione, e sono maggiormente disposti ad impegnarsi in compiti difficili in classe."
Journal reference: C. Bergin and D. Bergin. Attachment in the Classroom. Education Psychology Review.
Tutto ciò è chiaramente riferito alle scuole elementari, ma l'esperienza quotidiana di tutti gli insegnanti conferma che - con dinamiche diverse - la buona relazione fra studenti e docenti è predittiva di risultati migliori anche alle medie ed alle superiori.


Related Posts with Thumbnails