lunedì 23 marzo 2009

Il cervello dell'adolescente

ANSA.it - CERVELLO: IN ADOLESCENTI 'MATURA' TRA 11 E 16,5 ANNI
Il 'tempo delle mele' è un'età critica anche per il cervello: è esattamente tra gli 11 e i 16,5 anni che il cervello si sviluppa di più. La sua 'maturazione' in atto è stata 'filmata in diretta' sul cervello di un gruppo di adolescenti durante il sonno. La ricerca è stata condotta da Ian Campbell e Irwin Feinberg dell'Università californiana di Davis e pubblicato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze 'PNAS'.

Gli esperti hanno studiato l'attività cerebrale notturna dei ragazzi a partire dall'età di 9 anni utilizzando un semplicissimo elettroencefalogramma (EEG), quindi in modo non invasivo, economico e semplice. C'é uno stadio del sonno, detto 'sonno profondo', in cui il cervello va normalmente incontro a una fase di riassestamento per riordinare le informazioni accumulate durante il giorno ed eliminare il superfluo.

Ciò è ancora più vero nel cervello in crescita di un giovane che è plastico e flessibile come pongo e reagisce in modo estremamente dinamico al mondo intorno a lui. Analizzando i tracciati dell'EEG gli esperti hanno visto che nella fascia d'età 11-16,5 anni, ma non a 9 anni né dopo i 16) la fase profonda del sonno è particolare: risulta caratterizzata da una ridotta attività cerebrale, ovvero l'EEG registra poche onde neurali.

Questo secondo gli autori corrisponde al fatto che il cervello in quell'età è in piena fase di modellamento e quindi di notte diviene meno attivo perché tutto 'concentrato' a forgiarsi, formare nuove sinapsi, maturare. In quel range di età, dunque, l'attività cerebrale si riduce al massimo di notte, per dar spazio all'opera formativa del cervello.

Questo studio indica un modo semplice per monitorare lo sviluppo cognitivo del cervello dei giovani, i cambiamenti cerebrali dell'adolescenza e anche le malattie psichiatriche che possono emergere in questa fascia d'età.
Related Posts with Thumbnails